meris

Crowdfunding territoriale per il progetto Convivium: un vero successo.

Lo scorso 8 gennaio si è conclusa la campagna di crowdfunding dell’Associazione Amici di Casa Insieme a favore del progetto Convivium di Cesena ed è stata un vero successo.

Tutto è cominciato con la proposta venuta dal Credito Cooperativo Romagnolo di partecipazione al suo progetto “Coltiviamo buone idee” per il sostegno alle piccole Associazioni dell’Emilia Romagna attraverso campagne di crowdfunding territoriale.

Abbiamo aderito con entusiasmo proponendo il progetto di adeguamento della cucina di Convivium di Cesena che è stato ritenuto valido.

Ma cos’è Convivium?

E’ un progetto nato nel 2010 che ruota attorno ad attività di cucina e di convivialità, dove i partecipanti, persone con Alzheimer o con demenzaanziani fragili o soli, collaborano insieme alla realizzazione del pranzo, con modalità familiari e informali, ognuno in base alle sue potenzialità che l’Associazione Amici di Casa Insieme realizza a Cesena e a Sarsina ma che ha in programma di far partire anche a Cesenatico.

La campagna “Un pranzo in compagnia fa passare la malinconia e contrasta la malattia”è iniziata a metà novembre sulla piattaforma Ginger ed in poco tempo ha raggiunto l’obiettivo principale di 3.000 €.

Ma non ci siamo fermati quì: abbiamo rilanciato l’obiettivo portandolo a 4.000 € per coprire anche il costo della spesa per i pranzi di tutto il 2019. Anche questo è stato raggiunto arrivando alla cifra finale di 4.140 €. Un vero trionfo!

Grazie, grazie, grazie a tutti per il supporto!

https://www.youtube.com/watch?v=r-xNFYrlo-8
Tutti gli amici di Convivium ringraziano

Riportiamo le parole del presidente Stefano Montalti:

“Per Amici di Casa Insieme è stato un risultato molto importante non solo economicamente ma ci ha dato anche l’opportunità di avere un contatto stretto e diretto con i nostri donatori, partner e partecipanti alle attività, che hanno risposto tutti con un entusiasmo che ci ha commosso. Grazie a tutti davvero.
Speriamo di poter replicare questa esperienza più che positiva di collaborazione sia con il Credito Cooperativo Romagnolo sia con la piattaforma di crowdfunding Ginger che si è rivelata una preziosa alleata.”

Concorso Letterario: La nonna sul pianeta blu

Brevi racconti di memoria smarrita

Il concorso promosso dall’Associazione Goffredo de Banfield, è aperto a coloro che vogliono raccontare storie di memoria, in particolare quella fragile, smarrita.

Racconti brevi per dar voce a tutti gli abitanti di quel mondo parallelo che, solo in Italia, si cura di più di 1 milione di persone.

Il I concorso è gratuito e aperto a tutti e prevede la presentazione di lavori inediti, ovvero mai pubblicati (sia su carta che su internet), mai premiati o presentati ad altri concorsi.
La lunghezza dei racconti dovrà essere di minimo 4 cartelle editoriali (30 righe/60 battute,
spazi compresi a riga) fino a un massimo di 8 cartelle.
Per la partecipazione al concorso gli interessati devono far pervenire il loro elaborato alla
casella di posta elettronica concorsoletterario@debanfield.it entro il 31 gennaio 2020.

Per maggiori informazioni scarica il Regolamento del Concorso Letterario.

Consegna alla Fondazione IRET dell’ultimo assegno per la RICERCA

Correre fa bene… alla ricerca 

25.000 consegnati alla Fondazione IRET per la RICERCA ALZHEIMER

Si è svolta martedì 26 novembre presso il Museo della Marineria di Cesenatico la cerimonia di consegna dell’annuale donazione da parte di Amici di Casa Insieme – Maratona Alzheimer, alla Fondazione IRET per la ricerca Alzheimer che conclude così un percorso triennale avviato da giugno 2017.

“Quando si stima che nel mondo ci sia 1 nuovo caso di demenza ogni 4 secondi, di cui oltre il 50% si rivela Alzheimer, si comprende come sia fondamentale investire sulla RICERCA soprattutto in un paese come l’Italia, seconda in classifica, solo dopo al Giappone, nella graduatoria dei paesi con il più alto invecchiamento.” Queste le parole di Sandra Zampa, Sottosegretario del Ministero della Salute, intervenuta in questa occasione a Cesenatico, dove il Sindaco Matteo Gozzoli l’ha accolta, orgoglioso di essere il primo cittadino della città ospitante di Maratona Alzheimer, appuntamento atteso non solo dagli sportivi ma da tutto il territorio soprattutto per il suo valore sociale. “Proprio attraverso Maratona Alzheimer nasce questo percorso della ricerca, infatti è soprattutto grazie alle risorse provenienti dalla manifestazione sportiva, oltre che da altre iniziative, che il Fondo Alzheimer 360° ha già potuto mettere a disposizione negli ultimi anni 92.500 Euro per la ricerca sulla malattia Alzheimer, a partire dal termociclatore, attrezzatura di altissima tecnologia, per sequenziare il DNA, sino alla Ricerca Triennale voluta con forza da Amici di Casa Insieme” introduce così la cerimonia di consegna Giorgia Battelli, Presidente dell’ASD Maratona Alzheimer.  “Speranza e senso di responsabilità verso le generazioni che seguiranno” ha attestato Stefano Montalti, Presidente dell’associazione che ha ideato la Maratona. “Le due parole che meglio rappresentano questo gesto sono Condivisione e Coralità “conclude Montalti, ringraziando tutte le parti coinvolte, a partire dalle 8 Associazioni che sono all’interno di Alzheimer Emilia Romagna, le altre Associazioni Alzheimer che hanno contribuito, i runner solidali, le aziende private e i singoli.

Al termine di questo triennio di ricerca si consolida il rapporto con la Fondazione Iret, eccellenza sul territorio nazionale, che ha sino ad ora basato i suoi studi sulle fasi precoci della malattia e sui fattori che si manifestano prima degli effetti conclamati della stessa: di fatti quando l’Alzheimer viene diagnosticato sull’individuo, sono anni e anni che già il cervello subisce degli attacchi continui da parte della malattia. “In questi anni sono stati sviluppati nuovi modelli per la diagnosi precoce del decadimento cognitivo, insistendo in test sul linguaggio parlato, con la pubblicazione su riviste internazionali che hanno suscitato molto interesse.” spiega Luciana Giardino, Presidente della Fondazione Iret. Il percorso della ricerca guarda già al futuro con l’obiettivo di individuare altre condizioni di comorbilità che spesso sono il fattore scatenante della malattia e che, se attenuate, possono tenerla lontana.

Alla consegna della donazione hanno partecipano tutte le sette associazioni romagnole, oltre a AlzheimER (Alzheimer Emilia Romagna): Alzheimer Rimini, Caima Cesena, Amici di Casa Insieme, La Rete Magica Forlì, Alzheimer Faenza, Alzheimer Lugo, Alzheimer Ravenna. Si sono uniti a loro anche il Comitato Scientifico e Promotore della nascente Fondazione Maratona Alzheimer e l’azienda Tricon impegnata in un progetto di responsabilità sociale d’impresa denominato Tricon’s Care 500 for Alzheimer. “L’azienda, in qualità di organismo inserito all’interno della comunità in cui si trova, prende l’impegno di restituire qualcosa di buono al territorio e così, nella sede italiana di Ravenna, abbiamo individuato Amici di Casa Insieme per realizzare questo obiettivo in Italia ed attraverso i nostri runner solidali siamo riusciti a dare il nostro contributo a questo progetto” ha ribadito Sara Salucci, responsabile Italia della multinazionale americana con 29 sedi nel mondo. Questo gesto solidale, corale e collettivo ha l’obiettivo di dare speranza e di impegnarsi per un miglioramento della qualità della vita dei malati, dei familiari e delle generazioni future.

_____

Cerimonia di consegna dell’assegno per la ricerca Alzheimer 2019
Cesenatico, Sala del Museo della Marineria martedì 26 novembre, ore 10:15 – 11:15

Coordina: Giorgia Battelli, Pres. Maratona Alzheimer ASD

Sono intervenuti:
Matteo Gozzoli, Sindaco di Cesenatico
Stefano Montalti, Pres. Amici di Casa Insieme ODV e promotore Fondazione Maratona Alzheimer
Luciana Giardino, Pres. Fondazione Iret
Simonetta Cavalieri, Pres. AlzheimER

Raffaella Sama, Referente Alzheimer Ravenna

Sara Salucci, Referente Tricon Italia
Eugenio Vistoli, Runner Solidale Tricon
Sandra Zampa, Sottosegretario del Ministero della Salute

Cerimonia di consegna dell’assegno per la ricerca Alzheimer 2019 alla Fondazione Iret

Da alcuni anni un gruppo di associazioni Alzheimer dell’Emilia-Romagna, nato per impulso di Maratona Alzheimer, si dedica con forte impegno al tema della ricerca Alzheimer.
Nellambito di un rapporto con la Fondazione Iret di Ozzano, Tecnopolo della Regione Emilia-
Romagna, è stato donato un Termociclatore, attrezzatura di altissima tecnologia, in grado di
sequenziare il DNA e successivamente si è adottato un progetto di ricerca triennale.
Con le risorse provenienti da Maratona Alzheimer in primis e da altre iniziative si è costituito il
Fondo Alzheimer 360° per lassistenza, la prevenzione e la ricerca e, per quest’ultima, si sta
realizzando limpegno di raccogliere € 25.000 annui attraverso il cimento appassionato dei Runner Solidali, delle associazioni, delle aziende e di singoli donatori.
Fino ad oggi sono stati messi a disposizione della ricerca Alzheimer € 92.500.
Gli obiettivi del Fondo e del progetto di ricerca hanno il Patrocinio della Regione Emilia-Romagna mentre il Ministero della Salute anche quest’anno ha patrocinato Maratona Alzheimer.
Particolarmente significativo il fatto che tutte sette le associazioni romagnole e AzheimER
partecipano al progetto di ricerca.
Cerimonia di consegna dell’assegno per la ricerca Alzheimer 2019:
Cesenatico, Sala del Museo della Marineria martedì 26 novembre, ore 10,15 – 11,15
Coordina: Giorgia Battelli, Presidente Maratona Alzheimer ASD
Interventi:
Matteo Gozzoli, Sindaco di Cesenatico;
Stefano Montalti, Presidente Amici di Casa Insieme ODV e promotore Fondazione Maratona Alzheimer;
Luciana Giardino, Presidente Fondazione Iret;
Simonetta Cavalieri, Presidente Alzheimer Emilia Romagna;
Barbara Barzanti: Presidente Alzheimer Ravenna;
Eugenio Vistoli Runner Solidale Tricon;
Sandra Zampa, Sottosegretario Ministero della Salute.
A seguire il gesto solidale corale di consegna dell’assegno di € 25.000 da parte delle associazioni,
dei runner solidali, di singole persone, dei componenti del Comitato Scientifico e Promotore della nascente Fondazione Maratona Alzheimer e delle istituzioni.
La speranza che tutto ciò possa richiamare lattenzione ed un maggior impegno sulla ricerca specifica legata alla malattia di Alzheimer.
A Cesenatico quindi si concluderà la prima stagione di Maratona Alzheimer e per introdurre la
seconda attraverso la nuova Fondazione che già in questa fase costitutiva ha prospettato l’urgenza di promuovere tutti i piani delle complesse tematiche poste dall’Alzheimer e dalle altre forme di demenza.
Ora l’obiettivo è quello di proseguire la RICERCA, aiutaci a farlo anche con una piccola donazione cliccando qui.

Supporto psicologico per chi assiste una persona con demenza

In questi giorni è in partenza a San Piero in Bagno una nuova opportunità per chi assiste una  persona con demenza.
Si tratta di un intervento di consulenza psicologica a cui si può ricorrere gratuitamente contattando il 320/6967089 (Associazione Amici di Casa Insieme), da novembre 2019 a dicembre 2020.
Chi si prende cura di una persona con demenza potrà trovare informazioni e supporto per far fronte al meglio alla malattia e alle sue difficoltà.
La consulenza si svolgerà esclusivamente su appuntamento, presso gli uffici dello Sportello Sociale del Comune di Bagno di Romagna, sito in Largo del Comune a San Piero in Bagno.
L’intervento è promosso, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Forlì, dall‘Associazione Amici di Casa Insieme  ODV, che si occupa di assistenza, prevenzione e ricerca Alzheimer nell’Unione Cesena Valle Savio, in stretta collaborazione con il Comune di Bagno di Romagna ed, in particolare,  grazie al sostegno dell’Assessore Enrica Lazzari.